3 passi per scegliere a chi affidare la tua comunicazione

“Mi sono fatto fare alcuni preventivi. Alla fine ho scelto l’agenzia di comunicazione che con il minor budget mi ha offerto il maggior numero di servizi. A voce mi hanno garantito velocità e qualità, eppure non sono soddisfatto dei risultati.”

Ci capita spesso di iniziare un percorso con dei nuovi clienti che ci chiedono di ricostruire la loro comunicazione.
Un’altra cosa che ci chiedono è questa: Ci potete spiegare perché abbiamo investito in un sito web, in una campagna social e in una grande quantità di materiale informativo e non siamo riusciti a raggiungere un nuovo pubblico?

Spesso il problema sta a monte. Parte dalle decisioni che hai preso nel decidere chi avrebbe dovuto raccontare la tua realtà.
Ecco tre passi per scegliere i professionisti che fanno al caso tuo.

Primo passo: fai attenzione a quando ti promettono tempi veloci.

Come non si è costruita Roma in un giorno, e nemmeno in un anno, se ti propongono di realizzare un sito web in una settimana, o un’intera campagna di comunicazione in un mese, c’è qualcosa che non torna.
Una buona campagna di comunicazione deve tenere conto delle tue esigenze, ma non può prescindere dal giusto tempo per essere realizzata. E soprattutto non può essere messa in piedi da una sola persona che si occupa nello stesso tempo di ideazione, grafica, sviluppo web, pubblicità, ufficio stampa (eccetera).
Immagina di andare a cena in un ristorante in cui il cuoco sia anche il cameriere, l’addetto alle pulizie e il responsabile della cassa. Per quanto possa essere bravo, riuscirà a fare tutte queste cose in velocità e nel migliore dei modi?

Secondo passo: scegli un professionista per cui provi empatia.

Il primo approccio per conoscere un’agenzia di comunicazione è guardare come si presenta. Dai un’occhiata al sito web, all’immagine grafica e al modo che hanno di presentarsi. Ti piace come raccontano quello che fanno? Potresti allora essere nel posto giusto.
Ma prenditi un po’ di tempo anche per capire i lavori che hanno già svolto. Non fermarti solo sugli aspetti specifici di un progetto, che può essere molto diverso da quello che svilupperanno per te, ma anche sul mood generale: sono riusciti a raccontare una realtà in modo diverso da come ci si aspetta? A catturare davvero l’attenzione?
E soprattutto: provi empatia per quello che stai vedendo? Ti piacerebbe che fossero proprio loro ad affiancarti nel meraviglioso percorso che porterà la tua azienda a incontrare nuovi clienti?

Terzo passo: prima di partire, conoscetevi e immaginate mondi insieme.

Può capitare che un cliente contatti uno studio di comunicazione con delle idee già definite: desidera ad esempio un nuovo sito web o una campagna social per lanciare un prodotto.  Ma il miglior modo di lavorare è quello di immaginare mondi insieme. Spesso un aspetto comunicativo non può prescindere da un altro. Ciò che conta, prima di tutto, sono gli obiettivi che vuoi raggiungere.
Racconta di persona dove vuoi arrivare, le cose che hai già fatto e quelle che hai ancora in mente di fare. Poi lascia un po’ di libertà e aspetta che ti venga proposta un’idea di progetto che tenga conto del tuo budget. Devi essere concreto: se il tuo budget consente di acquistare un’utilitaria, forse non è ancora il tempo di sognare la pista di Formula 1. Chi te la promette probabilmente non riuscirà a portarti lì.
Un’utilitaria ben funzionante è comunque un buon mezzo per viaggiare, raggiungere nuove mete per nuovi clienti che un giorno, un passo alla volta, ti permetteranno di sfrecciare sul circuito che hai sempre sognato.

Vuoi sapere cosa le giraffe possono fare per te e per la tua azienda? Contattaci

Vuoi conoscerci
e raccontarci
i tuoi progetti?

SCRIVICI
UN MESSAGGIO


Ti risponderemo il prima possibile.
Tutti i campi con l’asterisco sono richiesti.

Bussola Bussola